Il nostro manifesto:
“Siamo il Partito Democratico. Siamo un grande e moderno progetto di cambiamento e ricostruzione del centrosinistra italiano, della politica italiana, e dell’Italia. Siamo un partito che nasce e cresce intorno a idee e valori condivisi, e che ha come primo obiettivo l’estensione di questa condivisione. Non modificando queste idee e questi valori, non contaminandoli con compromessi e contraddizioni: ma declinandoli in un progetto collettivo di progresso e di visione del presente e del futuro. E costruendo un consenso su questa visione. Siamo il Partito Democratico, non siamo due partiti che si sono alleati. Non siamo la convivenza di obiettivi e interessi diversi, da far convivere e di cui fare commercio politico. Non vogliamo che questo progetto sia ostaggio di meccanismi e fallimenti i cui risultati hanno portato il centrosinistra italiano ai peggiori risultati degli ultimi vent’anni. Crediamo che contesti nuovi chiedano scelte nuove, crediamo nell’assunzione di responsabilità di chi viene sconfitto, e nell’assunzione di responsabilità di chi vuole superare le sconfitte. Noi vogliamo superarle, vogliamo cambiare l’Italia in meglio, e governarla. Siamo, siete, siamo assieme l’alternativa alla spartizione tra vecchie correnti del più ambizioso progetto politico nella storia dell’Italia repubblicana. Sappiamo di essere in tanti, finora troppo trascurati e impotenti. Non andremo al congresso di questo partito per scegliere se consegnarlo a un leader della Margherita o a un leader dei DS. Ci andremo per darlo al leader del Partito Democratico e alle persone del Partito Democratico. ”

Cari Democratici,
come ormai saprete sabato 27 giugno 2009, a Torino al Lingotto – Sala dei 500 dalle 9.30 alle 17, ci troviamo per parlare del nostro partito e del Congresso che ci attende.
Vorremmo che fosse un momento rivoluzionario per la politica italiana perché fondativo del nostro Partito.E vorremmo che questo Congresso nascesse con il contributo di tutti coloro che hanno a cuore la causa democratica.
Per questo motivo, vi chiediamo di farci pervenire, entro il 20 giugno, un vostro contributo (in formato word), dedicato al Congresso, innanzitutto,
– alle modalità e alle forme di partecipazione che vorreste fossero messe in campo,
– agli strumenti politici e organizzativi che vorreste fossero adottati,
– alle eventuali modifiche e integrazioni statutarie o regolamentari
che vi piacerebbe fossero introdotte, per estendere e qualificare al meglio le decisioni che nel corso del percorso congressuale saranno assunte. Un breve scritto, che raccoglieremo insieme agli altri che ci perverranno, che sarà presentato nel corso dell’assemblea e consegnato al segretario e ai
membri della direzione nazionale del Pd.
Il tema della nostra assemblea, pubblica e democratica, convocata “dal basso”, è proprio questo: «Quale Congresso, quale Partito».
Siamo certi che avete tante idee, proposte e suggestioni da condividere con noi e con i Democratici di tutto il Paese.

Vi aspettiamo, e vi sollecitiamo a darne la massima diffusione.

i Piombini democratici

PS. Per chi avesse bisogno di supporto logistico arrivando il giorno prima, vi preghiamo di scriverci che stiamo approntando diverse soluzioni: piombinidemocratici@gmail.com

Annunci